Partito Democratico Paderno Dugnano

Reagire allo schiaffo al PD di Paderno Dugnano!

Come iscritta al Partito Democratico ho seguito la vicenda della candidatura di Lidia Ruzzon nella lista PD per le elezioni del Consiglio Comunale di Milano di Giugno 2016.

Ho partecipato all’incontro che il Circolo PD di Paderno Dugnano ha avuto con la Federazione PD di Milano, ho letto il Comunicato Stampa di Paola Cattin Segretaria PD di Paderno e seguito i commenti di Gianfranco Massetti su www.quipadernodugnano.info.

Sono d’accordo con Paola e con Gianfranco.

La decisione di candidare la Ruzzon nel PD è una scelta politica, di una politica che non mi piace. Di una politica che non vorrei si facesse nel Partito Democratico a cui sono iscritta.

Non concordo con una scelta fatta da una classe dirigente che si è presentata come ‘rottamatrice’ di una vecchia politica, ma che nei fatti si sta spesso dimostrando peggiore della precedente.

Queste scelte, fatte per ‘conquistare’ voti nell’area del centro destra a mio avviso finiscono con il far perdere molti voti a sinistra, con un saldo finale che si può immaginare negativo.

Il tentativo in atto già da tempo è quello di cambiare la natura del PD, di far perdere i valori di partecipazione e di coinvolgimento dal basso dei cittadini, per lasciare spazio a giochi di potere e di lobby. Giochi che ci sono sempre stati e che sempre ci saranno, non illudiamoci, ma che nel PD che vorrei dovrebbero essere il più possibile limitati.

Quello che voglio dire, soprattutto agli iscritti, ai simpatizzanti ed agli elettori ed elettrici del Partito Democratico è che non dobbiamo rassegnarci a questo stato di cose. Che soprattutto adesso non dobbiamo buttare la spugna e lasciare il PD nelle mani di questi burattinai. Sono tempi difficili, ma non dobbiamo perdere la speranza e la voglia di costruire un paese che ci piace, che sia Paderno Dugnano o che sia l’Italia.

Spero che questa esperienza possa servire a compattare e a spronare il Circolo PD di Paderno in nuove attività e a coinvolgere altri cittadini che questo modo di operare non lo accettano.

Dobbiamo Resistere, Resistere, Resistere.

Il Popolo del PD è nato dalla Resistenza e la Resistenza ce l’ha nel sangue!

Patrizia Cibin – componente Coordinamento Circolo PD di Paderno Dugnano