Partito Democratico Paderno Dugnano

Daniela Caputo – INTERPELLANZA: Riqualificazione-Manutenzione Sottopassi Stazione Palazzolo Milanese (rimuovere il degrado e dare più sicurezza ed illuminazione ai sottopassi)

sottopasso_FNM_Palazzolo6

Paderno Dugnano, 17 febbraio 2015

Alla C.A. dell’Assessore A. Tonello per la parte di competenza all’lnfrastruttura ed illuminazione

L’Assessore N. Rudellin per competenza al Decoro Urbano

Del Sindaco

Del segretario del Consiglio Comunale

Del presidente del consiglio comunale
del Comune di Paderno Dugnano

 

INTERPELLANZA: Riqualificazione-Manutenzione Sottopassi Stazione Palazzolo Milanese (rimuovere il degrado e dare più sicurezza ed illuminazione ai sottopassi)

La sottoscritta Consigliera Comunale Daniela Caputo

Premesso Che

  • È, ormai, dal 31 ottobre 2014 che la fermata di Palazzolo Milanese non possiede più il servizio di biglietteria a mezzo personale Trenord all’interno della c.d. casa dei viaggiatori della stazione e con esso è, per tanto, venuta a mancare la supervisione ed il controllo del personale dell’Ente.

  • l’impianto di telecamere che videoregistravano e/o video sorvegliavano il transito di persone nelle zone spesso più buie ed isolate (anche in ore diurne) dei sottopassi “sembrerebbe” da diversi mesi inattivo;

  • il sottopasso, pedonale e ciclabile, che dà sulle Vie Bolivia, Manzoni e porta anche verso il quartiere di lncirano è da sempre, sin dalla sua edificazione/costruzione privo di telecamere di videosorveglianza.

  • L’assenza di controllo di ogni tipo, anche diurno, ha contribuito, unitamente all’assenza di lavori di riqualificazione e manutenzione ordinaria, ad incrementare il degrado di tutta l’area della zona dei sottopassi della stazione di Palazzolo Milanese in Paderno Dugnano (si offrono in allegazione fotografie).

  • Il degrado di cui sopra si ripercuote e si riflette in svilimento anche di tutte le Vie che costeggiano i sottopassi.

  • I sottopassi relativi agli sbocchi che vanno sulle altre vie, Viale Bolivia – parcheggio della Stazione verso – Via Manzoni e – l’asse Palazzolo-lncirano, soffrono di ben più grave incuria. Mancanza di manutenzione, di pulizia e migliorie, assenza di messa in sicurezza, assenza di telecamere, illuminazione pomeridiano-serale, nel periodo autunno-inverno, scarsa e/o insufficiente sulle rampe delle scale dei sottopassi che danno sulle Vie della Città.

  • Questi ultimi punti di sottopasso soffrono, altresì, del passaggio incivile umano che nel tempo, con atti vandalici ha degradato, spaccato, zone ed arterie utili alla Città.

  • Le aree degli sbocchi dei sottopassi ed ai loro interni che sono insostenibili, non solo all’occhio ed all’olfatto, ma arrivano financhè all’insicurezza dell’utenza che la attraversa. Ad esempio, tra tutti, si evidenziano gli odori di deiezioni – non solo di animali, in un sottopasso che affaccia su una strada a scorrimento autovetture, manca da mesi la protezione anti cadute di oggetti e quant’altro, come da foto che ivi si allega, cosa che già di per sé sola è un fatto di estrema importanza.

  • In tutto il complesso edificatorio murario, dei sottopassi si osserva la mancanza di ristrutturazione di ampie zone murarie (come da fotografie che si allegano), notandosi scrostazioni, bolle, calcinature sia alle soffittature che ai muri, condizione che, se continuerà a protrarsi potrebbe portare a conseguenze importanti, anche in termini di sicurezza;

  • La stazione di Palazzolo Milanese, come quella di Paderno Dugnano, è luogo ad altissima frequentazione, con utenza proveniente anche da altri Comuni a noi confinanti, trattasi di pendolari ai quali dobbiamo coscientemente consegnare un servizio che pur se non di nostra diretta competenza e responsabilità, ma di altro Ente, si incastona nella nostra Città e ne diventa un unicum, perché alla fine è una infrastruttura che insiste sul nostro Comune;

  • Le aree di confine a quelle di Trenord sono aree della Città di Paderno Dugnano che subiscono, direttamente ed indirettamente, lo stesso degrado di cui ai primi punti, e purtroppo, sono male ed insufficientemente illuminati.

Considerato che

  • È un diritto del viaggiatore quello di viaggiare in ambiente più salubre ed in un contesto decoroso ed a norma con la sicurezza sotto ogni profilo normativo anche

  • un numero altissimo di quei viaggiatori sono cittadini di Paderno Dugnano,

  • l’opera di cui in oggetto è sita nella città di Paderno Dugnano, e che i sottopassi sono fondamentalmente vie e piste ciclabili atte ad attraversare la nostra Città

Interroga la Giunta e l’Assessore e/o gli Assessori Competente/i per conoscere:

  1. Cosa abbia fatto fino ad ora per impedire questo degrado e questa incuria di tutta l’area Stazione e tutti i sottopassi Trenord nel quartiere di Palazzolo Milanese?;

  1. Cosa abbia intenzione di fare per permettere una riqualificazione dell’area?

  1. Si chiede se le telecamere del sottopasso di Via Coti Zelati (poiché inesistente negli altri sottopassi) siano ancora attivi, diversamente se disattivi da quando e di darne produzione cartacea;

  1. Se l’Amministrazione intenda agire nei confronti dell’Ente proprietario dell’area ed in che modo, affinché, possano essere ristrutturati tutti i problemi strutturali e/o legati alla stessa che si riscontreranno a seguito di una verifica in loco, alla quale questo consigliere si rende disponibile per presa visione?

  1. Se e come intenda l’Amministrazione garantire una migliore qualità e sicurezza sotto ogni profilo del transito dei sottopassi di attraversamento del quartiere di Palazzolo Milanese ai propri cittadini e non cittadini, laddove la mancanza di telecamere di sorveglianza e scarsa illuminazione renderebbero tali tratti non in linea con i requisiti minimi di sicurezza delle stazioni dell’Ente Trenord?

Alla presente interpellanza si allegano n. 18 fotografie a completamento dell’atto stesso, come da Regolamento. Essendo il presente testo depositato a mezzo e-mail, per facilitarne l’inoltro, le fotografie saranno allegate separatamente, ma dovranno considerarsi come parte integrante del presente testo.

Rimango in attesa di Vs. risposta come da Regolamento di Consiglio Comunale, pertanto la presente si intende iscritta all’ODG della prima seduta di CC utile.

Con osservanza.

Daniela Caputo
Consigliera comunale Gruppo consiliare PD