Partito Democratico Paderno Dugnano

COMUNICATO STAMPA – “Lavori pubblici a indagato? La Magistratura chiarisca, ma stop a collusioni “pubblico-privato”

Il Partito Democratico ha appreso dalla stampa nazionale che Paderno Dugnano figurerebbe nell’inchiesta della magistratura che vede implicato il vicepresidente della Lombardia Mantovani. L’architetto Parotti, indagato per aver ricevuto appalti pubblici in cambio di lavori privati svolti per il noto politico lombardo, avrebbe realizzato lavori di messa in sicurezza di edifici scolastici anche nella nostra città.

Così il gruppo consigliare del Pd ha scritto un’interpellanza all’amministrazione comunale padernese. E la risposta, una breve smentita a cura dell’Assessore ai Lavori pubblici, è arrivata subito. Stupisce che la nostra città, se è estranea, venga citata tra i comuni interessati dall’inchiesta. Un errore giornalistico?  Non ci è mai capitato di avere una risposta così celere dalla nostra giunta!

Non abbiamo intenzione di giudicare e condannare nessuno, è compito della Magistratura, si faccia subito chiarezza. Nonostante la risposta all’interpellanza sia una smentita, rimangono però  molte questioni in sospeso. Vigileremo.

Come partito politico intendiamo inoltre esprimere una valutazione più generale, politica, sull’intreccio tra “affari pubblici” e interessi privati che molti esponenti della classe politica lombarda (targata centrodestra) non si vergognano di praticare. Sistemarsi la casa con le risorse della collettività è un reato e rientra nel più generale malcostume di carriere politiche costruite su  “cerchi magici”, intrecci opachi e collusioni. In questo sistema collaterale e illegale rientrano spesso: funzionari pubblici disonesti, professionisti senza scrupoli e imprese che cercano sul mercato le scorciatoie ad una normale e sana concorrenza.

Per il Pd la risposta a questi fenomeni richiede un lavoro culturale di lungo periodo sui temi della legalità, della trasparenza e dell’etica pubblica. Un lavoro che soltanto i tanto vituperati partiti, corpi intermedi di una società civile sana e vitale, possono realizzare. Su questo fronte il Partito Democratico c’è ed è pronto a impegnarsi.

 

Antonella Caniato – capogruppo consigliare Partito Democratico