Partito Democratico Paderno Dugnano

Rho-Monza. Un cantiere “fuorilegge”?

Il Pd di Paderno Dugnano non si arrende.

L’on.le Casati deposita un’interrogazione in Commissione Ambiente.
Il cantiere della Rho-Monza, una ferita aperta nella città di Paderno Dugnano. Disagi per i cittadini e tantissime inottemperanze nei lavori. Come denunciato dal Comitato dei cittadini presso diversi livelli istituzionali (Regione, Ministeri, Prefettura) e soprattutto con esposti in procura le mancanze e le omissioni di legge sono davvero notevoli.

La scorsa settimana il deputato del Pd Ezio Casati ha presentato un’interrogazione presso l’VIII Commissione Ambiente, presieduta dall’on.le Ermete Realacci, e al Ministro dell’Ambiente Luca Galletti. “Si tratta di capire, questo il senso della mia interrogazione – ha dichiarato l’on.le Casati – come mai, ad oggi, non sono state rispettate le condizioni contenute nel DM 2 del 7 gennaio 2014 emesso dal Ministero dell’Ambiente. Come deputato e soprattutto cittadino padernese mi chiedo se è stato istituito l’Osservatorio Ambientale. Un elemento essenziale per monitorare e impedire qualsiasi scempio del quale, sul territorio, non abbiamo alcuna notizia”.

“Non solo – aggiunge Casati – vorremmo comprendere come mai i camion sono sempre sprovvisti di teli antipolvere, e non sono stati posizionati i pannelli e le schermature acustiche in prossimità delle case. Il ponte provvisorio sul Seveso non è stato realizzato in maniera conforme, ed infine: mancano il cronoprogramma definitivo dei lavori e tutte le misure di mitigazione ambientale previste dal DM 274 del 17 novembre 2014. Si tratta, in definitiva, di un cantiere dove le inottemperanze, le mancanze di sicurezza e di tutela ambientale sono gravi. Per questo continuerò a insistere con il Ministero e in tutte le sedi appropriate affinchè le disposizioni del DM 2 siano rispettate”.

“Il gruppo consigliare del Pd – aggiunge la capogruppo Antonella Caniato – ribadisce il proprio impegno affinchè sulla vicenda Rho-Monza e sul cantiere aperto non cali un imbarazzante silenzio. E’ doveroso, infatti, precisare che proprio grazie al lavoro delle opposizioni in aula e in commissione territorio si continua a mantenere viva l’attenzione sul problema”.

“La Commissione Territorio – dichiara Michela Scorta, consigliera comunale Pd – è convocata periodicamente sulla questione Rho-Monza. La calendarizzazione della Commissione è stata da noi fortemente voluta al fine di ottenere, innanzitutto, maggiori informazioni per i cittadini preoccupati ora, non solo per l’opera in sé ma anche per la gestione dei cantieri. Il confronto con i cittadini è costante e l’impegno è quello di ampliare l’attenzione sul tema, motivo per cui abbiamo sensibilizzato sul punto anche la commissione legalità. Fondamentale il rispetto di tutte le norma applicabili nel territorio, cantieri compresi. E’ evidente che i lavori sono gestiti nello spregio delle norme applicabili senza che le autorità preposte intervengano, neppure se sollecitate. Noi manteniamo alta la guardia, ma la Rho-Monza si conferma essere un’altra brutta pagina per i lavori pubblici della nostra Italia”.

“Il Partito Democratico continua, soprattutto in questa fase – conclude la segretaria cittadina Paola Cattin – a difendere i diritti dei cittadini di Paderno Dugnano, in particolare il diritto alla salute. L’impegno è sia di mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema, sia di osservare l’andamento dei lavori per segnalare le non conformità. Chiediamo fortemente a questa amministrazione comunale di mantenere fede agli impegni e alle promesse fatte in campagna elettorale solo qualche mese fa”.

Per questi motivi la segreteria padernese del Partito Democratico aderisce alla manifestazione indetta dai Comitati dei cittadini, nella mattinata di sabato 28 febbraio, in via San Michele, nei pressi del cantiere Rho-Monza.

Segreteria cittadina del Partito Democratico – Paderno Dugnano