Partito Democratico Paderno Dugnano

Massetti: l’8 giugno io voto convintamente Antonella Caniato

Gianfranco MassettiL’esito delle elezioni europee è stato molto positivo per l’Italia e per il PD. Quello delle comunali di Paderno Dugnano un po’ meno. Oggi non è tempo di bilanci. Siamo chiamati ad un ballottaggio tra Centrosinistra e Centrodestra: tra Antonella Caniato e Marco Alparone. E’ il secondo tempo di una partita difficile ma che possiamo vincere.

Innanzitutto perché non è la prima volta che il Centrosinistra si trova ad inseguire un Centrodestra più avanti. E’ già successo nel 1995 e nel 1999 ed entrambe le volte abbiamo recuperato lo svantaggio e vinto al secondo turno.

Inoltre perché il Centrosinistra ed il suo candidato sindaco è più attendibile e credibile del Centrodestra e del suo candidato sindaco che molti chiamano “Alpiacione”. Senza offendere nessuno ma se è possibile vincere una volta perché c’è un vento favorevole (il berlusconismo del 2008 e 2009) e perché si è fotogenici e paternalisti una seconda volta, ad un Sindaco che si ripresenta si deve chiedere cosa ha fatto e che cosa non ha fatto: su questo deve essere valutato. I cittadini padernesi devono verificare bene a chi dare la fiducia perché il Sindaco Alparone non ha realizzato nulla del suo programma elettorale del 2009 (né il Palazzetto dello sport, né il mercato coperto, né la metropolitana milanese a Paderno, nemmeno il recupero della Cascina Uccello…). Perché dovremmo credergli adesso?

Io poi, avendo fatto l’assessore e il Sindaco di questa città, ho un motivo aggiuntivo per votare Antonella Caniato e difendere così la positiva tradizione di buon governo del Centrosinistra padernese. Questa città ha avuto in 15 anni tre giunte di Centrosinistra (dal 1995 al 2009) che hanno trasformato un paese in una grande città mettendola al centro di molte attenzioni, di molti progetti e di programmi anche fortemente innovativi (il patto del Nord Milano).

na tradizione di buon governo che ci ha portato il Parco Grugnotorto, il Parco del Seveso, l’acquisizione del Parco Spinelli, la nuova biblioteca Tilane, il nuovo Cinema Metropolis, l’arena Estiva alla Cava Nord, tre nuovi asili nido, l’ampliamento delle scuola materna di Cassina Amata, il sottopasso viario di Palazzolo, due palazzine di case popolari,25 Km di piste ciclabili con quella splendida del Canale Villoresi…etc… Mi fermo perché non voglio esagerare.

Se penso ai 5 anni di Alparone che cosa resta? Cosa ha fatto per la Città di Paderno Dugnano questa Amministrazione che chiede ancora la fiducia? Io non ricordo nulla di importante. E’ vero che Alparone non ha aumentato l’IMU ma è altrettanto vero che ha raddoppiato l’IRPEF sui redditi dei lavoratori e dei pensionati. Non ha applicato la TASI oggi, ma non potrà non farlo entro la fine del 2014. Si racconta anche dell’azzeramento di presunti debiti del centrosinistra (sprecone). A parte che chi non distingue tra debiti e investimenti merita una sonora bocciatura in una materia di economia elementare. Chiunque sa che senza un mutuo non avrebbe acquistato la sua casa e forse neppure l’automobile. Se oggi molti di noi possiedono sia l’una che l’altra lo debbono ai sacrifici e agli investimenti che hanno fatto e non ai debiti. Così è stato per la città di Paderno Dugnano che oggi si ritrova ricca di servizi alla persona e di verde pubblico; grazie ad un Centrosinistra lungimirante.

Constato invece che con Alparone (e la crisi) la Città si è spenta; si è fermata fino a ritrovarsi immobile e chiusa in se stessa. Per questo faccio appello a quanti in questi anni mi hanno sostenuto ed hanno avuto fiducia in me, nella sinistra padernese e nella sua tradizione di buon governo, ai molti che hanno creduto nel centrosinistra; ai tanti che in queste settimane mi hanno fatto domande: su di me, sul PD, sulla coalizione, sul candidato.

A tutti dico una cosa sola: ritorniamo al buon governo, ripartiamo dal Centrosinistra.
L’8 giugno votiamo Antonella Caniato.

Gianfranco Massetti

L’articolo originale sul sito di Gianfranco Massetti

Gianfranco Massetti

già Sindaco Paderno Dugnano (2004-2009) ex Consigliere Gruppo Consiliare Partito Democratico Paderno Dugnano

Un pensiero su “Massetti: l’8 giugno io voto convintamente Antonella Caniato

  • 6 Giugno 2014 in 12:26
    Permalink

    APPELLO AL VOTO DI CAROLA COLNAGO
    PER ANTONELLA CANIATO SINDACO
    Care concittadine e cari concittadini padernesi, vi chiedo di votare per ANTONELLA CANIATO SINDACO al ballottaggio che si terrà domenica 8 GIUGNO, e voglio farlo invitandovi a riflettere su un tema specifico: POLITICHE FAMIGLIARI VERE.

    Su questo tema vorrei in premessa chiedere:
    ALPARONE DOVE SEI?
    ALPARONE COSA HAI FATTO IN 5 ANNI IN TEMA DI VERE POLITICHE FAMILIARI?
    ALPARONE HAI FIRMATO LA DICHIARAZIONE DI IMPEGNO A RAGGIUNGERE –QUALORA ELETTO – GLI OBIETTIVI PROPOSTI NEL MANIFESTO POLITICO DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI?
    ALPARONE COSA FARAI SE SARAI RIELETTO ?…. NESSUNO LO SA….

    invece
    ANTONELLA CANIATO ADERISCE A QUESTO “PATTO”

    invece
    martedì sera ANTONELLA CANIATO ha organizzato un incontro interessantissimo sul tema della Famiglia, vista come Risorsa e non come Problema, ed il principale relatore della serata era proprio il Presidente della Associazione delle Famiglie Milanesi e Briantee , Cesare Palombi.

    invece
    ANTONELLA CANIATO SI IMPEGNA A:

    • COSTRUIRE LA RETE DEI Comuni Amici della Famiglia come risorsa e speranza per il futuro;

    • COSTRUIRE UNA POLITICA CON LE FAMIGLIE (E NON SOLO PER LE FAMIGLIE)

    • COSTRUIRE UN WELFARE PIU AMICO della Famiglia anche attraverso un Assessorato o una delega specifica,

    • AD ADOTTARE un sistema di “ Valutazione di Impatto Famigliare”,

    • AD ISTITUIRE UN TAVOLO composto fra gli altri da Legautonomie, Forum delle Associazioni Familiari, Caritas Lombarde , dalle parrocchie e dai soggetti profit e non profit che concorrono a vario titolo a definire il sistema di Welfare con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo di Buone Pratiche a partire dalla Family Card o Social Card che dia diritto a sconti ed agevolazioni particolari (facendo accordi con imprese, negozi, grande distribuzione ecc.). Esistono già esempi consolidati in alti Comuni

    invece
    ANTONELLA CANIATO SI IMPEGNA A:
    • PROMUOVERE UNA CULTURA CHE VALORIZZI LA MATERNITA’, LA PATERNITA’, CHE PROMUOVA L’AFFIDO E L’ADOZIONE, che ACCOMPAGNI LE SITUAZIONI DI FRAGILITA’

    invece
    ANTONELLA CANIATO SI IMPEGNA A:

    • RICONOSCERE LA FAMIGLIA COME SOGGETTO PRIMARIO SUL PIANO FISCALE (non è fiscalmente equo tassare in modo praticamente uguale chi ha carichi famigliari e chi non ne ha)
    • ORGANIZZARE UN SISTEMA DI TARIFFE DEI SERVIZII CHE PREVEDANO CONDIZIONI AGEVOLATE CRESCENTI RISPETTO AI CARICHI FAMIGLIARI
    • E MOLTO ALTRO,…

    Invito tutti a visitare il sito
    http://www.famigliaportavalori.it/
    i Comuni che hanno già firmato questo Patto sono tantissimi
    PADERNO DUGNANO NON LO HA FATTO
    ANTONELLA CANIATO SI!!!

    E anche per questo che
    l’8 giugno vi chiedo di votare per
    ANTONELLA CANIATO SINDACO
    CAROLA COLNAGO

I commenti sono chiusi.