Partito Democratico Paderno Dugnano

Rho-Monza. L’on.le Ezio Casati incontra il viceministro Nencini

“Questo progetto non può essere realizzato senza tenere conto delle richieste dei cittadini”

Roma, 17 aprile 2014

interriamoQuesta mattina, presso la sede del Ministero delle Infrastrutture, ho incontrato il viceministro Riccardo Nencini per sensibilizzarlo sulle problematiche legate alla riqualificazione della Rho-Monza. Ho ribadito le molteplici complicazioni che la realizzazione dell’opera, così come deliberata, creerà al territorio ed in particolare alla città di Paderno Dugnano.

Sono stato informato, così come sapevamo, che la scelta e’ quella di procedere con i lavori come previsto dal progetto Serravalle. Al Viceministro ho illustrato, nel merito e punto per punto, le criticità del progetto, il suo impatto sulla città e sui suoi abitanti, il fatto che a poco più di un anno dall’evento Expo il crono-programma di Serravalle e’ una presa in giro rispetto ai lavori da realizzare.

Per tutti questi motivi ho ribadito che la scelta, portata avanti dai comitati, dai cittadini e dall’amministrazione comunale di realizzare un piano di riqualificazione, attraverso l’adeguamento dell’attuale sede della Milano Meda, è l’unica via percorribile. Inoltre ho chiaramente espresso al viceministro che i cittadini di Paderno Dugnano non subiranno in modo passivo la deturpazione del territorio e le criticità inerenti la salute.

Il viceministro mi ha assicurato il suo personale interessamento e mi ha informato che il prossimo martedì 22 Aprile incontrerà il direttore generale delle Opere pubbliche del Ministero, in quella sede si farà portavoce delle problematiche che gli ho illustrato e farà quanto in suo potere per sensibilizzare ulteriormente i diversi enti, al fine di verificare la possibilità di adottare scelte diverse.

Ho anche riferito al Viceministro Nencini che sono pendenti ricorsi al TAR presentati dal Comitato dei cittadini, dell’amministrazione comunale e da privati. In merito a questo punto ho sottolineato che ritengo molto grave prendere qualsiasi decisione senza attendere il pronunciamento dei ricorsi, sia dal punto di vista della richiesta di sospensiva sia nel merito delle contestazioni. Questo progetto non può essere realizzato senza che ci sia la soddisfazione delle legittime richieste di territori e cittadini.

on.le Ezio Casati