Partito Democratico Paderno Dugnano

Riscatto del Diritto di Superficie

Paderno Dugnano, 12 marzo 2013

ex167Per quattro anni l’amministrazione di centro destra di Paderno Dugnano ha continuato con protervia a cercare di imporre prezzi inaccettabili per il riscatto del diritto di superficie (case ex-167) ottenendone risultati per le casse del comune assai inferiori alle attese.

Non deve esser parso vero quindi al vicesindaco Bogani  poter usufruire della legge di stabilità 2014 che mette ordine legislativo nelle norme, su cui si era già espressa la Corte dei Conti a sezioni riunite con la delibera N. 22/CONTR/11, indicando un limite al possibile ulteriore abbattimento sul valore praticato ai cittadini.

Il vicensindaco – probabilmente non sereno visto l’avvicinarsi della campagna elettorale – cerca di presentarsi come vittima di falsità (dice “al limite della diffamazione”) e politicanti ignoranti in campo legislativo.

Sui politicanti forse si riferisce ai propri di colleghi e alleati di partito che già nel 2011 parlavano di nuova legge non si sa se riferendosi – sbagliando – alla delibera della Corte dei Conti di cui sopra o – con straordinaria preveggenza – a quella che sarebbe poi stata approvata due anni dopo.

Signor vicesindaco Bogani, non faccia la vittima,  il problema non è mai stata la legge, che come lei anche noi pretendiamo sia rispettata, ma il valore venale iniziale, stima del valore che l’amministrazione attribuisce agli stabili e che in tutti questi anni voi avete sempre valutato troppo alto. E se partite da un valore alto non c’è sconto che tenga.

Convochi l’incontro pubblico, fino ad ora ha parlato in pubblico solo alla nostra prima assemblea a Calderara (si ricorda ?) tutti gli altri incontri li ha fatti svolgere a porte chiuse.

Noi verremo a chiederle perché il valore iniziale non è stato preso – ad esempio – dalla Banca Dati delle quotazioni immobiliari dell’Agenzia delle Entrate che nel secondo semestre 2013 per normali abitazioni di tipo economico a Calderara (quali sono le case ex-167) fornisce valori compresi tra i 1200 e i 1500 €/mq ben al di sotto delle vostre stime.

E sugli sconti le chiederemo perché molti comuni vicini e lontani li hanno invece applicati.

Se governeremo noi tutto il capitolo ex-167 sarà rivisto.

Incontreremo il Comitato – che in questi anni ha dimostrato grande professionalità e competenza – ed i cittadini interessati anche presso i loro condomini, spiegheremo che l’amministrazione è interessata a vendere, a quei cittadini che sono interessati a comprare, ad un prezzo più che equo.

Attiveremo accordi per l’acquisto e convenzioni per le pratiche legali e amministrative.

Diremo infine con chiarezza come sarà utilizzato il ricavato:

  • in interventi di sviluppo dell’edilizia sociale,
  • nella qualificazione del patrimonio comunale,
  • in investimenti relativi al welfare.

Rispettando la legge, ovviamente, ma applicando la politica dell’ascolto, della partecipazione e della trasparenza, l’esatto contrario di quello che, in tutti questi anni, ha fatto la sua amministrazione.

Antonella Caniato
candidato Sindaco

Oscar Figus
coordinatore cittadino

Partito Democratico
Paderno Dugnano

– http://wwwt.agenziaentrate.gov.it/servizi/Consultazione/ricerca.htm