Mozioni

Efrem Maestri – MOZIONE – Impianto termodistruzione rifiuti speciali non pericolosi e speciali non tossico nocivi di via Valassina, quartiere Incirano

 

 – Al sig. Sindaco di Paderno Dugnano,
dott. Marco Alparone;
– Al sig. Presidente Consiglio
Comune Paderno Dugnano,
rag. Umberto Torraca;
– Al sig. Assessore delegato in materia;

E, p.c. :

– Ai sigg. Capigruppo consiliari

 

MOZIONE URGENTE
ai sensi dell’art. 62 comma 3 del Regolamento Consiglio Comunale

Oggetto: Impianto termodistruzione rifiuti speciali non pericolosi e speciali non tossico nocivi di via Valassina, quartiere Incirano

Il Consiglio Comunale di Paderno Dugnano

 

PREMESSO CHE:

  • durante le sedute consiliari del 27 aprile 2015 e del 21 ottobre 2015 sono state discusse, rispettivamente:
    – Interrogazione, prot. n. 18695 del 10/04/2015, presentata dal Consigliere Efrem Maestri del gruppo Partito Democratico in merito all’impianto di termodistruzione di rifiuti speciali non pericolosi e speciali non tossico nocivi sito in via Valassina nn. 83/85/87;
    – Interrogazione, prot. n. 56147 del 23/10/2015, presentata dal Consigliere Achille Cezza per il gruppo Movimento cinque stelle, sull’“inceneritore di Incirano”, anche conosciuto come impianto di termodistruzione di rifiuti speciali;

PRESO ATTO CHE:

  • le associazioni ambientaliste Legambiente e Amici del Grugnotorto hanno sempre mosso critiche inerenti l’inceneritore in quanto “verrebbero trattate 20 tonnellate di rifiuti al giorno a scapito della salute dei cittadini e dell’ambiente, poiché i residui sarebbero diffusi sul territorio” (cfr. articoli del 9/10/2009 apparsi sui giornali “Il Notiziario” e “Settegiorni”);
  • alcuni cittadini, principalmente quelli residenti in zona via San Biagio e Cascina Sant’Angelo, vorrebbero che tale impianto fosse chiuso poiché situato vicino alle abitazioni e geograficamente situato dentro al Plis “Grugnotorto-Villoresi” (pur essendo l’impianto escluso dal perimetro del summenzionato Plis);
  • il CdQ di Palazzolo Milanese, durante la legislatura 2009-2014, ha sempre unanimemente vigilato sull’attività dell’inceneritore, esprimendo anch’egli pareri negativi sulla posizione di tale impianto e chiedendo – vedasi verbale n°40 del 21/03/2013 – di monitorare l’inquinamento chimico prodotto dal forno dotando quest’ultimo di «pannelli elettronici con display luminosi in grado di rilevare la qualità e la quantità di gas emessi nell’atmosfera»;
  • dai dati ARPA risulta che nel 2013 il 16,5% dei rifiuti ospedalieri trattati nella regione Lombardia era stato smaltito a Paderno Dugnano (4152 tonnellate annue, una media di oltre 11 tonnellate giornaliere);
  • l’Amministrazione Comunale padernese ha più volte ribadito, la propria contrarietà per un possibile rinnovo dell’AIA-IPPC (Autorizzazione Integrata Ambientale – Integrated Pollution Prevention and Control);

CONSIDERATO CHE:

  • ad oggi l’Amministrazione comunale padernese non è ancora in possesso dei dati relativi alla quantità e qualità dei gas emessi dall’impianto di termodistruzione, nonostante siano stati richiesti ad Arpa con nota del 24/03/2015 prot. 15509;
  • che in data domenica 6 marzo 2016 u.s. i residenti di via San Biagio e via Cascina Sant’Angelo hanno avvertito la stazione dei Carabinieri di Paderno Dugnano a causa della forte fuoriuscita di fumo bianco dal camino dell’impianto, il quale ha altresì arrecato forti disturbi, sia di tipo uditivo, sia della pubblica quiete;

CONSTATATO CHE

  • la tutela della salute pubblica e della sicurezza ambientale sono prioritarie per un’Amministrazione comunale;

IMPEGNA la Giunta comunale

  1. a richiedere ad Arpa, in tempi celeri, i dati relativi alla quantità e alla qualità dei gas emessi dall’impianto in oggetto e a darne ampia pubblicità sul sito istituzionale dell’Ente;
  2. ad implementare i controlli qualitativi e quantitativi sulle emissioni prodotte dall’impianto in oggetto;
  3. ad audire nella Commissione consiliare competente e/o a convocare tavoli di confronto continui e costanti con i cittadini residenti nelle vie San Biagio e Cascina Sant’Angelo, Arpa e la società gestrice dell’impianto;
  4. a chiedere alla società gestrice dell’impianto una relazione tecnica relativa alle operazioni di smaltimento del giorno 06/03/2016;
  5. a ribadire nuovamente, in tutte le sedi istituzionali, la propria contrarietà per possibili ed eventuali rinnovi dell’AIA-IPPC all’impianto in oggetto.
  6. ad inviare la presente mozione a:
    • on.le dott. Gian Luca Galletti, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare;
    • dott.ssa avv. Claudia Maria Terzi, Assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile di Regione Lombardia;
    • dott.ssa Anna Scavuzzo, Consigliera delegata ad Ambiente, Agricoltura, Parchi di interesse metropolitano e Politiche giovanili, Città Metropolitana di Milano;
    • ARPA Lombardia – Dipartimento provinciale di Milano;
    • ATS Milano – Città Metropolitana

 

Paderno Dugnano, 09/03/2016

Il Consigliere
Efrem Maestri

MOZIONE – Asilo nido comunale fr. Palazzolo Mil.se “Il Girotondo” via Monte Sabotino / viabilità dai parcheggi e bonifica rampa di scivolo marciapiede

Al Signor Sindaco
Al Presidente del Consiglio Comunale
Al Segretario del Consiglio Comunale
Agli Assessori competenti
alla Viabilità e agli Asili nido Comunali

Al Presidente Commissione Territorio
Ai Consiglieri Comunali

del Comune di Paderno Dugnano
Via Grandi, 15
20037 Paderno Dugnano (MI)

 

OGGETTO: MOZIONE – ASILO NIDO COMUNALE FR. PALAZZOLO MIL.SE “IL GIROTONDO” VIA MONTE SABOTINO/ VIABILITA’ DAI PARCHEGGI E BONIFICA RAMPA DI SCIVOLO MARCIAPIEDE

La sottoscritta Daniela CAPUTO consigliera comunale propone la seguente Mozione, sottoscritta dai consiglieri comunali indicati in calce

PREMESSO CHE

1. in data 02.04.2014 è stata depositata presso l’URP istanza n. 17286/2014 al Sindaco del Comune di Paderno Dugnano (alla quale si invia integralmente essendo agli atti depositata presso la Segreteria generale) avente ad oggetto il problema relativo alla sicurezza del parcheggio e della viabilità antistante l’Asilo Nido “Il Girotondo” del quartiere di Palazzolo Milanese, Via Monte Sabotino, negli orari di ingresso e di uscita dei minori utenti del servizio comunale, sottoscritta da 375 cittadini residenti in Paderno Dugnano;

2. il problema della sicurezza in fase di ingresso ed uscita dall’istituto suddetto è stato rilevato anche in sede di riunione da parte degli allora Rappresentanti dei Genitori all’allora Assessore competente, successivamente ad una riunione dei genitori nel periodo 2013/2014;

3. il Signor Sindaco ha dato riscontro della suddetta istanza (protocollo n. 20355/2014), riferendo che “le proposte fornite saranno incluse nella programmazione degli interventi nella viabilità della zona”;

4. Nell’incontro tra il proponente l’istanza, il rappresentante dei genitori e il Sindaco, quest’ultimo ebbe a comunicare che avrebbe provveduto a trovare una soluzione al problema, così da permettere una maggiore visibilità e sicurezza in fase di manovra in uscita dallo stallo dei parcheggi antistanti la struttura in esame. Che avrebbe, indicativamente nei mesi di luglio-agosto 2014, provveduto a far sistemare il marciapiede antistante l’asilo nido in prossimità delle strisce pedonali facendo predisporre lo scivolo che agevoli il passaggio non solo di passeggini, ma anche delle carrozzine delle persone diversamente abili. Non da ultimo, osservò che le strisce pedonali sarebbero potute essere evidenziate con colore diverso a quello bianco per dare maggior risalto al luogo sensibile;

5. I parcheggi antistanti l’asilo nido sono di gran lunga problematici, poiché, essendo sulla corsia stessa non permettono una manovra agevole in uscita, anzi, espongono costantemente il minore che si trova sul seggiolino auto posizionato sul sedile posteriore dell’autovettura ad alto pericolo di impatto con qualunque mezzo stia sopraggiungendo;

6. L’attraversamento della Via Monte Sabotino, all’altezza dell’asilo nido, da parte degli utenti ed accompagnatori dei minori è di gran lunga problematico a causa anche della barriera architettonica costituita dall’alto marciapiede antistante alle strisce pedonali che non prevede la rampa di scivolo per il transito di passeggini, carrozzine per infanti e per le persone diversamente abili;

7. l’istanza sopra menzionata ha avuto il riscontro anche dell’allora Presidente del Consiglio Comunale 2014, risposta protocollo n. 212256/2014) ove informava che “L’istanza rimane depositata presso la Segreteria Generale che la sottoporrà ai nuovi organi che si insedieranno”;

8. i nuovi organi si sono insediati con continuità Amministrativa, così che si possa oggi arrivare a predisporre parte delle soluzioni idonee a risolvere i problemi rilevati nel precedente mandato;

9. Il Programma Amministrativo 2014-2019 depositato da questa Giunta prevede la messa in opera della “realizzazione di interventi mirati nei quartieri perché Paderno Dugnano diventi città a misura di bambino” e congiuntamente “l’abbattimento di barriere architettoniche” che rendono difficoltoso il “viaggiare attraverso la città”;

CONSIDERATO CHE

Il servizio Asilo nido è un servizio al quale bisogna guardare con la massima attenzione soprattutto sotto il profilo della sicurezza, sia interna che esterna, in quanto frequentato da infanti utenti

EVIDENZIATO CHE

La presente mozione ha interesse a trovare una soluzione atta a rendere sicuro un servizio offerto dal nostro Comune, servizio che coinvolge i minori come utenti e congiuntamente le famiglie

IL CONSIGLIO COMUNALE
IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE

1) Ad intervenire in tempi celeri alla bonifica del marciapiede antistante il nido, in prossimità delle strisce pedonali, affinchè, venga effettuata la rampa di scivolo necessaria all’autonomo transito di carrozzine per persone diversamente abili e per il passaggio dei passeggini entranti e uscenti dall’asilo di cui si discute;

2) A garantire il presidio della viabilità antistante l’Asilo Nido Comunale “Il Girotondo” , fintanto che una diversa e più aderente soluzione non venga a prendersi successivamente ad uno studio adeguato del problema attraverso il Piano urbano del traffico, attraverso la presenza di personale operante sul territorio con un addetto al servizio di viabilità nei giorni di apertura della struttura in oggetto, soprattutto in orario di uscita degli infanti utenti dal nido stesso.

Il Consigliere Comunale Daniela Caputo, con la presente, chiede che la sopra estesa mozione venga posta in discussione nel primo consiglio comunale utile, nella seduta da tenersi nel corrente mese, chiede, altresì, che copia della stessa venga inoltrata al Presidente della Commissione Territorio, così che eventualmente possa decidere di discuterne, prima della seduta del C.C. anzidetta, in adunanza nella Commissione competente per materia, e, non da ultimo, di inoltrare il testo per conoscenza a tutti i Consiglieri Comunali.

Paderno Dugnano, 15 gennaio 2015

Il proponente Consigliere Comunale: Daniela Caputo

La trattazione della suddetta mozione viene, altresì richiesta per iscritto, in aggiunta al primo proponente, dai Consiglieri Comunali, ivi di seguito sottoscriventi, in base a quanto previsto dall’art. 37, c. 6, del Regolamento del Consiglio Comunale:

Efrem Maestri
Antonella Caniato
Marco Coloretti
Eugenio Marelli

Seguici su

ARCHIVIO