COMUNICATO STAMPA – Coerenza e trasparenza

Coerenza e trasparenza. Questa è la risposta che come Partito Democratico di Paderno Dugnano ci sentiamo di dare all’ennesimo gratuito e violento attacco alla nostra Capogruppo Antonella Caniato, nonché a candidature auto referenziate e improvvisati millantatori.

Nei giorni scorsi è apparso su un blog locale un comunicato del sig. Rubagotti, che vantandosi di aver cambiato opinione e appartenenza politica almeno tre volte negli ultimi quattro anni, mutando la propria identità da progressista, a rivoluzionaria, a conservatoria, si è autocandidato quale rappresentante del centrosinistra al prossimo turno elettorale.
Il Partito Democratico di Paderno Dugnano prende formalmente le distanze e condanna sia nei contenuti e sia nei modi l’intero comunicato.
In particolare non tollera la violenza gratuita nei confronti di nessuno e, a maggior ragione, nei confronti della Capogruppo che sempre si è spesa e continua ad impegnarsi con coerenza e trasparenza al programma politico del PD, sapendo gestire con maestria i molteplici cambiamenti della compagine dell’opposizione padernese.

Inoltre si esprimono dubbi circa la stessa candidatura del sig. Rubagotti: quale affidabilità a fronte di un vorticoso trasformismo? quale garanzia di democrazia, di confronto, di ascolto a fronte di chi afferma di non aver bisogno di ascoltare i cittadini padernesi perché sa già tutto e ha già tutto pronto per governare? Quale spirito di collaborazione, all’interno di una possibile coalizione, e quale trasparenza testimonia chi lancia la propria candidatura in primarie ancora nemmeno pensate e ipotizzate?
Infine un’ultima riflessione a chi fa da megafono e da palcoscenico a tutto questo. Trincerarsi dietro al rispetto della libertà di parola e di stampa senza minimamente filtrare e criticare aggressività e violenza è più da complici che da garanti, così come appare strumentale non rettificare, con un commento per esempio, lo scontato strumento delle primarie di coalizione per scegliere un candidato sindaco quando ancora non si conoscono i membri di tale coalizione.
Coerenza e trasparenza, questi i valori e le caratteristiche dell’identità democratica padernese.
Questo l’impegno e la testimonianza del circolo PD e, in particolare, della sua capogruppo adesso e nell’imminente campagna elettorale.

La Segreteria
Partito Democratico
Paderno Dugnano

Tavola rotonda “La Città e il commercio”

Una tavola rotonda per comprendere meglio le possibili ricadute che l’ampliamento Carrefour potrebbe portare sul nostro territorio.

Vi aspettiamo martedì 5 giugno ore 21:00 nella sala consiliare del comune di Paderno Dugnano.

Verranno affrontate le tematiche relative al commercio in città, la grande distribuzione e i negozi del vicinato.

Comunicato stampa – ampliamento Carrefour – Centro Commerciale Brianza

Come pensavamo l’Amministrazione Comunale di Paderno Dugnano, attraverso la maggioranza che la sostiene, si appresta ad approvare la variante urbanistica propedeutica all’ampliamento del Centro Commerciale Brianza.

Ne eravamo certi.

Noi vogliamo però esprimere una contrarietà di merito e di metodo all’operazione proposta, alla luce anche delle dichiarazioni rilasciate su La Calderina da parte del Sindaco Alparone. Abbiamo molto rispetto di tutti i protagonisti che operano sul nostro territorio e quindi anche del Centro Commerciale Brianza, abbiamo qualche riserva in più sul tipo di lavoro offerto e soprattutto sui nuovi contratti: ci piacerebbe che l’eventuale convenzione dicesse qualcosa anche di questo, visto che il Sindaco mette in campo una riflessione sui posti di lavoro.
Chiediamo però la massima trasparenza che, invece, non vediamo.

È vero che il passaggio preliminare è la variante urbanistica: quello che vogliamo vedere chiaramente è cosa succederà al Centro Commerciale ma soprattutto alla Città dopo la sua adozione.
Una riflessione di prospettiva è legata anche alla reale evoluzione del commercio che sicuramente coinvolge almeno tre categorie: il commercio tradizionale di vicinato, la grande distribuzione e quello che
avanza a grandi passi, cioè l’e-commerce.

È chiaro che mancano luoghi di confronto oltre quello del Consiglio Comunale  dove però dovrebbe giungere il risultato finale frutto di un dibattito della Città e non solo tra le forze politiche.
Una riflessione dovrebbe arrivare anche da come è stata approvata la variante RE3, ossia con soli 10 voti: di fatto, la NON maggioranza del Consiglio Comunale.

Quello che chiediamo è di dire subito che attività troveranno casa nel Centro Commerciale, se le stesse porteranno un arricchimento alla Città o solo alla parte proponente.
Si parla insistentemente di un nuovo multisala, ma è un’offerta che risponde alle esigenze della collettività o a questa domanda esistono già risposte tramite la multisala già presente e soprattutto lo spazio pubblico del Cinema Metropolis?

A quanto ammontano gli oneri ed eventuali extra oneri frutto della convenzione che si andrà a stipulare ?

Quali sono le opere finanziate e quale è la vera prospettiva, noi ricordiamo solo un “pizzino” presentato in una delle prime commissioni territorio che elencava una serie di cose, cessioni di aree, palazzetti dello sport, passerelle (ma non c’è n’è già una?) parcheggi e altro.

Le associazioni che rappresentano i commercianti hanno presentato osservazioni, Il Sig. sindaco non può liquidare questa discussione solo con blande dichiarazioni su La Calderina, non si possono procedere senza un dibattito pubblico.

Assieme alla variante urbanistica vengano presentati tutti i documenti conseguenti ed allora sarà possibile fare un bilancio e prendere consapevolmente una decisione altrimenti la certezza è di una decisione che influisce sul futuro della città che non può essere amministrata soltanto facendo qualche asfaltatura, qualche rifacimento di marciapiedi e un po’ di strisce bianche.

La città vuole contribuire alla formazione delle decisioni altrimenti ci sorge il sospetto che non si faccia l’interesse collettivo ma solo di quelli che hanno più forza.

I Partiti sono un importante pezzo del dibattito democratico; quello che veramente manca è la condivisione con i cittadini.

Antonella Caniato
Capogruppo PD
Consiglio Comunale di Paderno Dugnano

Paola Cattin
Segretaria PD
Circolo di Paderno Dugnano 

Conferenza Stampa – Ampliamento Carrefour: il PD discute nel merito

Martedì 22 maggio
alle ore 11.00
in via Gramsci 56, presso la sede del Circolo PD – Paderno Dugnano

Il gruppo consigliare PD e il circolo PD di Paderno Dugnano vogliono una discussione partecipata, aperta e anticipata, rispetto alla variante urbanistica dell’ampliamento del Centro Commerciale.

I grandi temi da approfondire – sui quali l’amministrazione ex-Alparone latita – sono:

Contratti dei lavoratori
Variante urbanistica
Evoluzione del commercio. Dai negozi di vicinato all’e-commerce
Un nuovo cinema multisala
Oneri della convenzione e opere finanziate

Il Partito Democratico chiede all’amministrazione comunale un confronto serio, nel merito, coinvolgendo la cittadinanza, le associazioni e le categorie commerciali. L’ampliamento Carrefour, quale impatto avrà sul futuro complessivo di Paderno Dugnano? E poi sarà approvato con soli 10 voti di maggioranza? Vedi approvazione della variante RE3.

Antonella Caniato – capogruppo PD Consiglio comunale
Paola Cattin – segretario Circolo PD Paderno Dugnano

Comunicato Stampa – RE3: che tristezza!

La cosa che deve essere chiara è che ieri sera, in seconda convocazione, dopo la mancanza del numero legale del giorno prima la maggioranza non c’era e mancava su un argomento delicatissimo come la variante urbanistica RE3: 60 appartamenti del parco di via Gorizia, circa 15000 metri cubi “regalati” grazie allo scellerato Piano di Governo del territorio approvato dalla maggioranza guidata dal Sindaco Alparone.

È scandaloso che un argomento così delicato venga approvato in seconda convocazione e con soli 10 voti: in seconda convocazione si fanno le riunioni di condominio!
Poco equilibrata è stata la gestione della serata da parte del Presidente del Consiglio, il pubblico sfavorevole non è mai gradito e, come sempre, la serata finisce sempre con qualche espulsione!

Una cosa è certa, pesanti sono le assenze del gruppo di Forza Italia che nascondono un profondo malessere nella maggioranza, peccato che a farne le spese sia la nostra comunità che vede approvata una variante che apre la strada allo sconvolgimento del territorio.

Adesso come si farà a dire di no ad operazioni analoghe? Noi vogliamo sottolineare la negatività del merito e del metodo. Ci abbiamo provato come opposizioni, come associazioni, come cittadini (3000 firme )!

Non si doveva fare questa operazione e non si doveva fare in questo modo e soprattutto in questo momento con un Sindaco che ormai occupa una poltrona che è incompatibile con la sua nuova carica di Consigliere Regionale.

La comunità deve reagire, non rinunciare a percorrere strade che blocchino l’attuazione. Occorre prendere atto della mancanza di numeri che si è verificata, occorre essere consapevoli  che non si può lasciare ad una maggioranza arrogante e raffazzonata la gestione della politica padernese nell’ultimo anno.

Non staremo a guardare !

Per il gruppo consiliare del Partito Democratico del Comune di Paderno Dugnano
la Capogruppo
Antonella Caniato

11 maggio 2018 – Cena di autofinanziamento – PD Paderno Dugnano

Direzione Nazionale PD – La lettera del Coordinamento PD Paderno Dugnano

All’attenzione della Direzione Nazionale

Il Circolo PD di Paderno Dugnano esorta una riflessione seria a tutti i livelli, ripartendo dall’ascolto dei territori;

chiediamo pertanto che venga rispettato l’esito del voto e della Direzione Nazionale del 12 marzo u.s., ricordando l’assoluta incompatibilità tra la nostra visione di Paese e di Democrazia sia rispetto al M5S sia rispetto al centrodestra, soprattutto l’attuale a trazione leghista.

Il Coordinamento del circolo PD di Paderno Dugnano

COMUNICATO STAMPA – I prossimi mesi del PD cittadino

È con sorpresa e lusinga che si accoglie l’attenzione che il Notiziario ha voluto riservare al Circolo del Partito Democratico riassumendo quanto dibattuto nell’ultima assemblea e delineando le linee future, ad oggi, per altro ancora non discusse.

Preme tuttavia puntualizzare alcune informazioni, riferite da presunte “fonti interne” che l’autore dell’articolo riporta nel testo.

La scadenza naturale, come da Statuto, di questa segreteria è gennaio prossimo dopo quattro anni di intenso lavoro che hanno riportato il Circolo Gramsci in una posizione di visibilità sia a livello cittadino, basti pensare al ritorno della Festa de L’Unità dopo 17 anni, all’aumento delle iscrizioni, sia di considerazione e rilevanza a livello metropolitano e nazionale del Partito stesso, testimoniato dalla presenza di molte figure di rilievo regionale e nazionale che hanno presenziato i molti momenti di confronto e aggregazione tenutosi in questi anni.

L’attenzione della segreteria del Partito e del Coordinamento è, ad oggi, interamente occupata dall’analisi del voto del 04 marzo u.s. e dall’individuare strategie comunicative efficaci per condividere e aggregare interesse e consenso intorno ai valori fondanti il Partito Democratico. La centralità del lavoro, piuttosto che di un reddito dovuto, la garanzia per tutti, non solo di pochi fortunati, dei diritti fondamentali, la promozione della salute e la tutela delle fragilità, la partecipazione attiva dei cittadini alla vita della città, la salvaguardia dell’ambiente come patrimonio per le future generazioni e non la sua spietata speculazione.

Questi sono gli attuali argomenti di confronto e discussione non la scelta del futuro candidato segretario e del futuro sindaco.

La principale sfida è riportare l’entusiasmo e la passione delle persone che compongono la comunità padernese a questi temi e non il mero calcolo di divisione di poltrone e ruoli che, forse, interessa solo i vetusti salotti e le fumose osterie di un antico modo di fare politica e giornalismo che hanno lasciato il passo a bisogni e interessi ancora non ben compresi come testimonia l’ultimo risultato elettorale.

La Segretaria
Paola Cattin

COMUNICATO STAMPA – Solidarietà a Potere al Popolo

Grave episodio durante l’ultima riunione locale della lista Potere al Popolo, svoltasi nella sede del Partito della Rifondazione di Comunista di Paderno Dugnano.
Un pesante sasso è stato lanciato contro la porta a vetri.

Il Circolo Gramsci del Partito Democratico di Paderno Dugnano esprime solidarietà ai compagni della Lista Potere al Popolo e condanna con decisione questi atti di vandalismo frutto di una comunità che ha ceduto il potere e il governo alla violenza e all’istinto a discapito della capacità di dialogo e di confronto, anche schietto e diretto, che contraddistinguono ogni società democratica e civile.

Paola Cattin
Coordinatrice PD Paderno Dugnano

Comunicato stampa – Ezio CASATI – Candidato per il centrosinistra al Collegio uninominale di CINISELLO BALSAMO

Candidatura alla Camera dei Deputati – Collegio uninominale di Cinisello Balsamo

Ezio Casati: “Sarò sul territorio per ascoltarlo e rappresentarlo”

La Direzione del PD nazionale, dello scorso 26 gennaio, mi ha indicato a rappresentare il centrosinistra nel mio collegio, quello di Cinisello Balsamo che comprende i comuni di Muggiò, Nova Milanese, Varedo, Senago, Cusano Milanino, Cormano, Cinisello Balsamo e Paderno Dugnano. Sarò il candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale, non avrò quindi nessun “paracadute”, o si vince o si sta a casa.

Questa ricandidatura, dopo la prima esperienza parlamentare appena conclusa, mi riempie di orgoglio e di responsabilità, perché come in precedenza, intendo offrire la mia esperienza al servizio di questo territorio, il mio territorio.

In questa campagna elettorale ci vedremo nelle piazze, ai mercati, ai gazebo che già tanti volontari si sono offerti di allestire. Sarò il portatore dei valori che la coalizione del centrosinistra porta con sé. Per questo voglio incontrare tutte le persone, le associazioni, le imprese, le categorie e le rappresentanze delle migliori esperienze che il territorio esprime. Il Nord Milano e la Brianza, che costituiscono il mio collegio elettorale, sono infatti portatori di una storia eccellente fatta di piccole e grandi imprese, volontariato, accoglienza, rispetto per le persone e le differenti culture.

Essere candidato a rappresentare un territorio significa, per me e per il mio modo di fare politica, costruire un serio lavoro di ascolto delle persone, delle famiglie, delle imprese e delle realtà che lo vivono e lo rendono unico.

E’ un lavoro già iniziato nei cinque anni passati come rappresentante della Camera dei Deputati ed ora, se la cittadinanza lo vorrà, potrò continuare a farlo.

La novità di questa mia candidatura, della quale ringrazio gli esponenti della Segreteria milanese, lombarda e nazionale del PD, si configura con il meccanismo delle elezioni dirette. Il mio nome sarà sulla scheda e il mio volto sui manifesti, ma soprattutto io sarò sul territorio per proporre e per ascoltare le persone. Perché mi sento profondamente figlio di questa terra che amo. Insieme possiamo farcela!

Ezio Casati

Seguici su:

programma amministrativo

Dossier Rho-Monza

Archivio

PD Nazionale PD Lombardo PD Milanese Giovani Democratici Gruppo PD al Senato Gruppo PD alla Camera Gruppo PD in Regione Lombardia Gruppo PD in Provincia di Milano PD Network La WebTv del PD Mobilitanti