CONGRESSO NAZIONALE PD 2019 – RISULTATI CONVENZIONE DI CIRCOLO

Di seguito pubblichiamo i risultati della convenzione di Circolo

Totale iscritti/Aventi diritto al voto: 59

Votanti: 43
Bianche: 0; Nulle: 0

Giachetti 26
Martina 1
Boccia 0
Zingaretti 16
Corallo 0
Saladino 0

È eletto in prima istanza alla Convenzione metropolitana l’iscritto Flavio Serato candidato per la mozione Giachetti che è risultata la prima più votata.


CONGRESSO NAZIONALE PD 2019 – CONVOCAZIONE CONVENZIONE DI CIRCOLO

Paderno Dugnano, 12/01/2019          

A tutti gli iscritti del
Partito Democratico di Paderno Dugnano

Caro Democratico, cara Democratica,

Domenica 20 Gennaio 2019 presso la sede del PD in Via Gramsci 57, si svolgerà la Convenzione di circolo per la scelta del  segretario Nazionale contestualmente del dei delegati di circolo alla convenzione metropolitana.

Oggi più che mai è fondamentale partecipare attivamente per la costruzione del PD futuro, ti invitiamo ad essere presente per portare il tuo contributo!

Il programma sarà il seguente:

·         Apertura lavori ore 10:00;

·         Presentazione delle mozioni e interventi dalle ore 10:00 alle ore 12:00;

·         Votazioni dalle ore 12 alle 13 e dalle 14.30 alle ore 17:00;

·         Spoglio dalle ore 17:00.

Con l’occasione raccoglieremo anche le adesioni per la visita organizzata dal circolo al Binario 21 per Domenica 3 Febbraio, la settimana successiva la Giornata della memoria per commemorare le vittime dell’olocausto, maggiori informazioni  su orari e costo verranno fornite durante l’assemblea, nel frattempo chi volesse aderire può rispondere alla presente mail comunicando quante persone intendono partecipare.

Per poter esprimere una scelta consapevole, con l’occasione reinviamo di seguito la lista dei candidati alla carica di Segretario Nazionale insieme ad una breve descrizione, il link delle rispettive mozioni e i singoli programmi in allegato.

Ti aspettiamo!

Un caro saluto

La Segretaria
Antonella Caniato


ROBERTO GIACHETTI

Clicca sulla foto per leggere la mozione di
Roberto Giachetti e Anna Ascani

www.sempreavanti.eu

Con Anna Ascani ci candidiamo per dare una voce non ambigua al riformismo radicale, all’orgoglio per ciò che abbiamo fatto al governo del Paese, al rifiuto di un nostalgico ritorno al passato. Non tutto è andato come volevamo, ma i numeri dimostrano che l’Italia con noi è andata avanti. Non dobbiamo chiedere scusa, ma rilanciare con più forza il nostro impegno per il cambiamento. #sempreavanti


MAURIZIO MARTINA

Clicca sulla foto per leggere la mozione di
Maurizio Martina

https://www.mauriziomartina.it/

Rompiamo gli schemi e uniamo il PD. Dobbiamo cambiare insieme. Innovare, non guardare indietro. Per un riformismo radicale che batta i populisti e si faccia alternativa nel paese reale. A partire dalla lotta alle diseguaglianze e dalla giustizia sociale. Con Maurizio Martina e tutti noi. Fianco a fianco


FRANCESCO BOCCIA

Clicca sulla foto per leggere la mozione di
Francesco Boccia

https://mozione.francescoboccia.com

Costruiamo un PD #aporteaperte, in grado di ascoltare tutti e capace di dare voce a chi non ce l’ha. Un Partito che rappresenti l’anima del Paese: ceti popolari, periferie, giovani, anziani, prestatori d’opera dipendenti e autonomi. Diritti e innovazione, il nostro impegno al tempo del capitalismo globale e digitale. Un partito ecologista, del lavoro e della scuola aperta a tutti, aperta sempre.


NICOLA ZINGARETTI

Clicca sulla foto per leggere la mozione di
Nicola Zingaretti

https://www.nicolazingaretti.it/primalepersone/

Sono Nicola Zingaretti. Mi candido come segretario del Pd con la volontà di riaccendere una speranza. Porto in questa sfida l’esperienza di un amministratore che si confronta ogni giorno con i problemi delle persone. Toccherà al Pd dare al Paese un’alternativa credibile. Da mesi giro per le strade e per le piazze, tra persone, militanti, sindaci: è una sfida difficile, ma io ci credo. Crediamoci.


DARIO CORALLO

Clicca sulla foto per leggere la mozione di
Dario Corallo

http://resetpd.it/programma/

Sono Dario Corallo, e sono solo la punta di un iceberg. Con me ci sono tante persone che non hanno mai avuto voce. Siamo i delusi. Quelli che sono iscritti, ma si sentono soli. Quelli che erano iscritti e hanno mollato. Quelli che non sono mai stati iscritti ma un tempo ci votavano e che ora non ci credono più. Siamo quelli che cambieranno il PD.


MARIA SALADINO

Clicca sulla foto per leggere la mozione di
Maria Saladino

https://www.piazzadem.eu/

Maria Saladino 36 anni, laurea Magistrale in Politica delle Relazioni Internazionali, Master SIOI, Stage Presidenza Consiglio Ministri e MIUR; Assistente al PE, Euro Progettista Risorse Dirette CE. Europee 2014 26000 voti. Fonda 2016, Piazza Dem. Maria: l’urlo della sua generazione contro il populismo. È in campo quale elemento di unità, il PD deve tornare ai valori fondanti. #vogliounpartitopaese

ORDINE DEL GIORNO – Collocazione del Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) Grugnotorto-Villoresi

– Al sig. Presidente Consiglio;
– Al sig. Vice Sindaco;
– Al sig. Assessore delegato in materia;

E, p.c. :

– Ai sigg. Capigruppo consiliari

Comune Paderno Dugnano

ORDINE DEL GIORNO
ai sensi dell’art. 66 del Regolamento Consiglio Comunale

OGGETTO: Collocazione del Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) Grugnotorto-Villoresi

Il Consiglio Comunale della Città di Paderno Dugnano

PREMESSO CHE

  • Con la Legge Regionale 28/2016 il Consiglio Regionale della Lombardia ha avviato l’iter di “riorganizzazione del sistema lombardo di gestione e tutela delle aree regionali protette presenti sul territorio”;

  • Con delibera N° X/7333 del 07.11.17, la Giunta Regionale aveva individuato i “Parametri gestionali per la prestazione ambientale” e gli “Ambiti Territoriali Ecosistemici (ATE)”. Nella stessa venivano accolte le proposte e deliberazioni del Parco Sud Milano, del Parco Nord Milano e del Consiglio Metropolitano di mantenere in un unico ATE, in seguito denominato Macroarea 8, i tre Parchi citati;

  • Con la nuova legislatura regionale è ripreso l’iter di attuazione della L.R. 28/2016 ed è stato chiesto agli Enti gestori dei Parchi Regionali di confermare o meno le rispettive proposte di ATE e, nel caso specifico, il Parco Sud Milano e il Parco Nord Milano, hanno confermato le loro indicazioni così come recepite nella citata D.G.R. X/7333 del 07.11.2017;

  • Con delibera N° XI/826 del 19.11.2018, la Giunta Regionale ha ritirato la D.G.R. X/7333 del 07.11.2017 e individuato nuovamente i “Parametri gestionali per la prestazione ambientale” e gli “Ambiti Territoriali Ecosistemici (ATE)” rinviando a successiva determinazione la configurazione dell’Ambito Territoriale che interessa il Parco Sud Milano e il Parco Nord Milano (ex Macroarea 8), variando sostanzialmente l’attribuzione dei territori del Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) del Grugnotorto-Villoresi ed escludendoli dall’Ambito oggetto di rinvio;

  • L’Art. 33 comma 1 lettera E dello statuto della Città Metropolitana di Milano recita: “La Città metropolitana esercita le seguenti funzioni fondamentali: valorizzazione del sistema delle aree protette regionali e dei parchi di scala metropolitana intesi come un unico servizio collettivo, una rete infrastrutturale primaria del suo sistema sociale e territoriale. Per questo la Città metropolitana opera per una gestione unica dei parchi di scala metropolitana interamente compresi nel perimetro, al fine di favorirne una gestione coordinata e di promuoverne le singole identità, l’ampliamento e il collegamento tra gli stessi, per creare un unico parco metropolitano. Per i parchi non interamente compresi nel proprio territorio, ma integrati nel sistema verde metropolitano, promuove forme di gestione coordinate”;

  • L’Art. 36 comma 4 lettera E dello statuto della Città Metropolitana di Milano recita: “Il piano territoriale metropolitano orienta le politiche e le azioni dei comuni in materia di governo del territorio e ne promuove l’integrazione. Esso fissa altresì vincoli e obiettivi all’attività e all’esercizio delle funzioni dei comuni e produce effetti diretti nei confronti dei comuni e dei privati secondo quanto previsto dallo stesso piano, con particolare riferimento a: costruzione della rete ecologica metropolitana, governo delle aree protette regionali, dei parchi metropolitani, promozione e riconoscimento dei Parchi Locali di Interesse Sovracomunale”;

PRESO ATTO CHE

  • La D.G.R. N° XI/826 del 19.11.2018 ha incluso nell’Ambito Territoriale Ecosistemico del Parco della Valle del Lambro il PLIS del Grugnotorto;

  • La D.G.R. N° XI/826 del 19.11.2018 ha stabilito di “rinviare a successiva determinazione la configurazione dell’area del Parco Agricolo Sud Milano e del Parco Nord Milano, in quanto, presentando diverse modalità gestionali ed un diverso coinvolgimento dei Comuni, risulta necessario attivare un tavolo tecnico – politico per la definizione del modello di governance più adeguato alle specificità del territorio”;

CONSIDERATO CHE

  • Le aree del Parco della Valle del Lambro insistono principalmente sul territorio di Monza e Brianza;

  • È strategico per la Città di Paderno Dugnano perseguire la tutela, il controllo e lo sviluppo delle aree del Parco Grugnotorto-Villoresi, importantissimo polmone verde di cui il nostro Comune è facente parte l’omonimo Consorzio;

VALUTATO CHE

  • La realizzazione del Parco di Cintura Metropolitana è obiettivo strategico per tutto il territorio metropolitano di Milano di cui facciamo parte;

OSSERVATO CHE

  • Il territorio del PLIS del Grugnotorto risulta naturale e fondamentale connessione con le altre aree verdi di cintura che dovranno comporre il Parco Metropolitano;

  • Nel PLIS del Grugnotorto-Villoresi insistono già percorsi ciclopedonali di collegamento con il Parco Nord Milano e con le altre aree verdi di cintura che dovranno comporre il Parco Metropolitano e che rendono il sistema ambientale direttamente connesso e fruibile dai cittadini;

CONSIDERATO ULTERIORMENTE CHE

  • L’11 dicembre 2018, in audizione presso la Commissione Regionale competente, il Presidente del Parco Regionale Nord Milano si è espresso favorevolmente all’ipotesi di includere nel medesimo Ambito Territoriale Ecosistemico il PLIS del Grugnotorto, il Parco Sud Milano e il Parco Nord Milano;

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

  • A richiedere formalmente a Regione Lombardia, e a sostenere tale posizione in ogni sede, di rinviare a successiva determinazione la collocazione del PLIS del Grugnotorto-Villoresi al fine di concertare la futura ubicazione dello stesso in un Ambito Territoriale Ecosistemico coerente con la realizzazione del Parco di Cintura Metropolitana e comunque riferibile all’Ambito di competenza del Parco Regionale Nord Milano



Paderno Dugnano, 10 gennaio 2019

p. Gruppo Consiliare Partito Democratico
Efrem MAESTRI


COMUNICATO STAMPA – Biglietto unico integrato

COMUNICATO STAMPA

Biglietto unico integrato: Regione Lombardia non fermi questa importante riforma.

Ottima l’iniziativa bipartisan dei Sindaci.

Perché Bogani non ha firmato?

Paderno Dugnano, 9 gennaio 2019

Il PD di Paderno Dugnano esprime il totale sostegno alla lettera bipartisan con cui 95 sindaci della Città Metropolitana di Milano, e 2 della provincia di Pavia, hanno chiesto a Regione Lombardia e al Comune di Milano di riaprire in tempi brevi la discussione per l’approvazione della tariffa unica integrata per il trasporto pubblico metropolitano di Milano.

In Consiglio regionale il PD era pronto ad approvare già a dicembre questa proposta durante l’ultima sessione di bilancio: purtroppo Regione Lombardia, subendo i diktat di Forza Italia, Lega e Movimento 5 stelle, ne ha per ora bloccato l’approvazione.

Ricordiamo che nel 2016 il Consiglio comunale di Paderno Dugnano votò all’unanimità un Ordine del Giorno sul prolungamento della M3, inizialmente presentato dal centrodestra: come PD apportammo alcune modifiche, proponendo di impegnare l’allora Sindaco Marco Alparone e la Giunta comunale alla promozione di un accordo quadro tra i Comuni della Città Metropolitana, al fine di realizzare l’integrazione tariffaria di tutti i mezzi di trasporto (biglietto unico), la sperimentazione di tagliandi di viaggio innovativi (biglietti modificabili in corsa o tessere a scalare) e l’adozione di un’area più omogenea.

Ci chiediamo perché ora, a distanza di circa 3 anni, il Vice Sindaco Bogani non abbia sottoscritto la lettera assieme ai suoi colleghi. Non solo: il già Sindaco Marco Alparone, ora consigliere regionale che – giustamente! – si è tanto impegnato per la riqualificazione delle metrotranvie e per il prolungamento della M3, che fa? Non fa cambiare idea al suo capogruppo Comazzi? Non dice nulla in merito?

Invitiamo il Vice Sindaco Bogani e il consigliere Alparone a sostenere questo nuovo sistema di tariffazione per cerchi concentrici, già presente in molte metropoli europee, misura che porterebbe notevoli benefici pratici e ed economici ai padernesi: ad esempio, l’attuale abbonamento annuale ATM Area Media passerebbe dagli attuali 685 € a 552 €, mentre il mensile da 79 € a 60 €.

Il biglietto unico sarebbe un elemento veramente importante per convincere sempre di più i cittadini padernesi ad utilizzare i mezzi pubblici a vantaggio della qualità dell’aria e per farli sentire veri e propri cittadini Metropolitani.

Antonella Caniato
segretaria Pd Paderno Dugnano e capogruppo Pd Consiglio comunale

IN MILLE PIAZZE – sabato 12 gennaio 2019

Sabato 12 gennaio 2019 saremo in piazza Matteotti
dalle ore 9 alle 12!
Vi aspettiamo per discutere con voi
quanto sta accadendo in Italia e a Paderno Dugnano.

Ciao Angelo!

Nella notte tra il 28 e il 29 dicembre ci ha lasciato Angelo Villa.

Un partigiano, un caro compagno, un caro amico.

Il circolo PD di Paderno Dugnano si unisce al cordoglio della sez. ANPI padernese e della famiglia del caro Angelo.

Il suo esempio e la sua vita siano sempre fonte di ispirazione per tutti.

Bella ciao Angelo!

Milano-Limbiate – Sei milioni di euro di toppa per coprire il buco di Senago

Riceviamo e pubblichiamo di seguito il Comunicato Stampa dei Consiglieri regionali PD Pietro Bussolati e Gigi Ponti

 

Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia

Comunicato Stampa

Metrotranvia  Milano-Limbiate-Bussolati e Ponti (Pd): “Sei milioni di euro di toppa per coprire il buco di Senago”

Sei milioni di euro destinati alla metrotranvia di Limbiate erano già stati messi a bilancio dai Comuni e sono stati predisposti a bilancio solo per coprire il milione di euro promesso a Senago per far digerire le vasche di laminazione. I consiglieri regionali Pietro Bussolati e Gigi Ponti, entrambi Pd, commentano così  la decisione della giunta, sollecitata da un emendamento al bilancio 2019 presentato da Marco Alparone, di destinare  fondi ingenti alla metrotranvia.

“Tutto nasce – spiegano i consiglieri – dalla scelta della giunta di destinare a Senago un milione di euro, una vera e propria ‘mancia’ data per compensare il Comune delle vasche di laminazione. Scelta che, naturalmente, ha scontentato gli altri Comuni che avevano dovuto reperire da soli le risorse per il completamento dell’opera.

In seguito alle nostre pressioni la giunta ha dato via libera ad un emendamento per estendere il finanziamento anche ai Comuni di Cormano, Paderno Dugnano e Limbiate. Soldi già messi a disposizione dei Comuni, una toppa ma rimane la spaccatura tra forza Italia e Lega su questo tema. Sulle infrastrutture dalla coppia Fontana e Terzi ci aspettiamo più programmazione e meno mance elettorali”.

Milano, 17 dicembre 2018

COMUNICATO STAMPA – Ampliamento Carrefour Paderno

In data 26/11/2018 si è tenuta la Commissione consiliare territorio riguardante il progetto di ampliamento del Centro Commerciale Brianza (Variante parziale n.2 al PGT vigente).

Il Partito Democratico sez. “A. Gramsci” di Paderno Dugnano è fortemente critico verso il metodo utilizzato, il contenuto descritto e il Vicesindaco facente funzioni di Sindaco Gianluca Bogani.

Infatti, data l’importanza della proposta in discussione, riteniamo che la convocazione di una commissione “aperta anche al contributo di soggetti esterni” e “compatibilmente con i tempi della seduta” non sia sufficiente; è necessario intraprendere un percorso di ascolto e confronto vero con singoli cittadini, enti e associazioni di categoria e non di Paderno Dugnano, in vista di assemblee pubbliche dislocate in tutti i quartieri.

La scelta effettuata denota un fatto ormai noto: la scomparsa della parola “partecipazione” dal vocabolario dell’Amministrazione comunale.
(A quando il nuovo “Regolamento della Partecipazione?”)

Non sono state fornite risposte soddisfacenti su quesiti tecnico/strategici, tra i più importanti: prescrizioni in merito ai consumi energetici, misure di mitigazione ambientale, bilancio occupazionale con ricadute sulle attività commerciali della nostra città.

Riteniamo incurante degli interessi dei cittadini l’intervento del Vicesindaco, il quale non ha tenuto conto delle osservazioni emerse non solo da parte delle forze di opposizione, ma anche da parte del suo partito politico di riferimento.

Il segretario della Lega Nord di Paderno Dugnano ha infatti espresso chiaramente l’indisponibilità dei suoi consiglieri comunali a supportare la proposta attuale.

Vano è il tentativo messo in atto da questa Amministrazione di scaricare la responsabilità delle decisioni.

Chiediamo che si operi d’ora in poi negli interessi esclusivi dei nostri concittadini, abbandonando le logiche di opportunità politica ed elettorale a cui si è scelto di ottemperare.

Coordinamento Partito Democratico di Paderno Dugnano

COMUNICATO STAMPA – no a via Almirante a Paderno Dugnano

A Paderno volete una via Almirante? Quo vadis?

“Chi ha ricoperto il ruolo di segretario di redazione del Manifesto per la Difesa della Razza senza mai pentirsene non merita una via come riconoscimento”

Ci chiediamo in quale direzione voglia andare questa amministrazione.

Si dice no con discutibili motivazioni all’approvazione di un ordine del giorno della minoranza consigliare che chiede attenzione e vigilanza sui fenomeni di propaganda fascista e neo fascista e qualche giorno dopo si lascia intendere che ci possa essere la possibilità di intitolare una via a Giorgio Almirante, uomo che ancor prima di essere fondatore del morto Movimento Sociale Italiano, è stato convinto sostenitore della Repubblica di Salò!
Il Pd di Paderno e il suo gruppo consigliare dicono no a questa idea e auspicano che l’amministrazione e in particolare il suo vicesindaco, non vendano la loro anima democratica e antifascista, più volte proclamata, lasciando spazio a promesse elettorali non antifasciste e dimenticando la Storia per un pugno di voti!

Antonella Caniato
Segretaria Partito Democratico di Paderno Dugnano

25 novembre – Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Ogni tre giorni, in Italia, una donna è vittima di femminicidio.

Ma accanto a questi numeri, purtroppo, ce ne sono altri. Episodi nell’ombra, non denunciati, che si consumano spesso tra le mura domestiche.

Insieme alle Donne Democratiche – Milano Metropolitana, questo weekend, saremo nelle piazze e nelle strade, per distribuire materiale informativo sui centri anti violenza presenti sul territorio, e dire alle donne che non sono sole. Ma saremo in piazza, anche per dire NO alle politiche maschiliste e discriminatorie contenute nel ddl Pillon.

Seguici su

ARCHIVIO